L’elettrostimolazione in ambito riabilitativo neurologico, evidenze dalla letteratura e ragionamento clinico

Inizio: 08-08-2022 - Fine: 31-12-2022

Chiusura iscrizioni: 31-12-2022


Formazione a distanza - Crediti ECM: 15.0


Ore previste: 15.00 – Posti disponibili: 467 – Stato corso:


Discipline e professioni:

Medico chirurgo:
Geriatria
Malattie dell'apparato respiratorio
Medicina fisica e riabilitazione
Medicina interna
Medicina termale
Medicina dello sport
Neurologia
Neuropsichiatria infantile
Pediatria
Reumatologia
Ortopedia e traumatologia
Medicina generale (medici di famiglia)
Pediatria (pediatri di libera scelta)
Privo di specializzazione
Cure palliative

Psicologo:
Psicologia

Assistente sanitario:
Assistente sanitario

Educatore professionale:
Educatore professionale

Fisioterapista:
Fisioterapista

Infermiere:
Infermiere

Tecnico ortopedico:
Tecnico ortopedico

Terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva:
Terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva

Terapista occupazionale:
Terapista occupazionale

~ Altro:
Altre professioni non sanitarie

Leggi tutto
Leggi meno
L'accesso al corso è consentito anche alle professioni non medico-sanitarie

Descrizione

Con la definizione di elettrostimolazione funzionale (FES) si intende una stimolazione elettrica del muscolo che avvenga nel contesto di un movimento finalistico e non segmentario, ossia la stimolazione di un muscolo al fine di aiutarlo nel compimento di un’azione (es. stimolazione dei muscoli flessori dorsali del piede durante il cammino, quando vi è un piede “cadente” nella fase di oscillazione della gamba). Il concetto è quello di fare della stimolazione un’attività che aiuta il comando volontario e che riabilita il sistema nervoso a recuperare o incrementare il comando diretto al muscolo in quella certa attività.  In alcuni casi, quando non si riesce a recuperare un’attività spontanea soddisfacente, la FES può essere indossata cronicamente come una vera e propria protesi funzionale o può essere applicata con elettrodi di superficie o anche impiantati a livello peri-nervoso.  Condizioni neurologiche come l'emiplegia, a seguito di ictus, o la tetraplegia, a seguito di lesioni midollare, provocano gravi compromissioni delle funzioni motorie. È noto da tempo che il movimento degli arti plegici è fondamentale per il recupero. Nel tempo, è stato anche evidenziato che il semplice movimento delle estremità colpite non è sufficiente e che i movimenti devono coinvolgere la partecipazione del paziente, essere il più vicino possibile ai movimenti fisiologici e dovrebbero idealmente stimolare l'intero circuito neuromuscolare coinvolto nell’espressione del movimento desiderato. Da oltre quattro decenni, la FES viene utilizzata per sostituire o riqualificare la funzione.  L’obiettivo del corso è quello di apprendere i fondamenti pratici e teorici dell’elettrostimolazione funzionale in ambito riabilitativo neurologico. Verranno esplorate le diverse forme di corrente e il loro significato, verranno esplorati i campi di applicazione possibili con riferimenti alla letteratura e a studi clinici attuali.

Scheda del corso

Evento di formazione a distanza n. 5279-358784

Crediti ECM n. 15

Durata dell’attività formativa stimata 15 ore 

 

Obiettivo formativo del corso

Applicazione nella pratica quotidiana dei principi e delle procedure dell'evidence based practice (EBM - EBN - EBP)

 

Moduli Didattici

Modulo 1 | INTRODUZIONE

Lezione A | Cosa si intende per stimolazione elettrica

Lezione B | Cosa si intende con FES (Stimolazione Elettrica Funzionale)

Lezione C | Obiettivi perseguibili con la FES

Modulo 2 | PARAMETRI CONFIGURABILI E STRUMENTI DI LAVORO

Lezione A | I parametri dell’elettrostimolazione: durata, ampiezza, frequenza e intensità

Lezione B | Le diverse tipologie di elettrodi e il loro posizionamento

Lezione C | Integrazione della stimolazione elettrica funzionale nell’intervento riabilitativo per migliorare il livello di performance (lezione testuale)

Modulo 3 | EVIDENZE DALLA LETTERATURA

Lezione A | Lesioni midollari

Lezione B | Stroke

Lezione C | Paralisi cerebrale infantile

Lezione D | Review

Lezione E | Nuovi approcci per la riabilitazione dell’arto superiore paretico dopo ictus – SIMFER 2019 - Carlo D. Ausenda e Coll. – (lezione testuale)

Lezione F | Recenti acquisizioni sull’elettroterapia del muscolo denervato - Privitera A.M. e Coll. (lezione testuale)

Modulo 4 | CASI CLINICI E PROTOCOLLI ESISTENTI

Lezione A | Lesioni midollari

Lezione B | Tossina botulinica

Lezione C | Stroke

Lezione D | Esempi di applicazione a casi clinici

Scheda Faculty

Nadia Crivelli Terapista occupazionale Lavora dal 2011 presso l’Unità spinale Unipolare di Milano (ASST GOM NIGUARDA). È docente dal 2012 nel corso di laurea universitario di Terapia Occupazionale, presso l’università degli Studi di Milano. Tutor degli allievi dei corsi di laurea in Terapia Occupazionale e docente nei corsi di formazione sulla carrozzina, sugli ausili, sulla rieducazione dopo lesione midollare ed elettrostimolazione. Laureata in Terapia Occupazionale nel 2006 e laureata magistrale in Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie nel 2016

Programma scientifico